Camera 101 – L’Osceno è la Radice del Piacere –


Eros, Sadismo, Piacere, Crudeltà, Amore, Godimento, Folliacopertina smachword

Oltre il piacere, si snoda la vera storia dell’amore sadico, che una giovane donna crudele, vive senza regole né scrupoli. Con gelida determinazione, cerca l’estasi dei sensi attraverso la sua lucida brutalità, convinta che il piacere sublime sia quello spietato, in cui il proprio esercizio della cattiveria sia reso del tutto possibile e completamente disponibile. Ritiene che il piacere sia possente, determinato e dilagante, perché scritto nel DNA, mentre l’amore è invece per lei, un sentimento debole, che trova le sue origini in ambito culturale. Riconosce la sua essenza intrisa di sadismo, come l’unica possibile per lei, e esercitare la crudeltà, il solo modo per raggiungere un godimento sublime. Costruisce una sua etica morale, in cui non c’è posto per la pietà umana e la giustizia, arrogandosi ogni diritto, pur di giustificare e ottenere quel che desidera.

http://www.lulu.com/spotlight/Enea_Tonon http://www.xinxii.com/mydocs.php?pid=3b3b8 http://www.amazon.it/Kindle-Store/s?ie=UTF8&field-author=Enea%20Tonon&page=1&rh=n%3A818937031%2Cp_27%3AEnea%20Tonon http://www.barnesandnoble.com/w/le-plaisir-et-la-cruaut-enea-tonon/1117550420?ean=9788891122230

 

RECENSIONE DI ALOMA VAXELAIRE

Sono una lettrice che probabilmente ha tendenze sadiche e perverse, profondamente sepolte in me.

Ora sono a fondo in questo libro e il sangue mi bolle dentro. Voglio dire una cosa: «Non mi piace questa donna che odio, e che è solo una manipolatrice».

Ha una presa reale su quest’uomo, disposto a tutto pur di vivere questa nuova esperienza e non di meno!

Penso che ne abbia avute molte altre di esperienze nella sua vita, ma completamente diverse, e in quelle era lui il carnefice.

Deve essere andato molto lontano in queste avventure e penso, fino a toccare anche l’estremo pur di provare piacere.

Un piacere sadico, un godimento incomparabile!

Qui incontra una donna; la sua altra metà, abitata dallo stesso demone, e la follia lo prende e lo spinge a sfidare i limiti, e a rischiare la propria vita.

Inconsciamente o deliberatamente, ha bisogno di vivere e sentire ciò che si può provare quando si è dall’altra parte della barricata, ed è stato in grado di controllare e descrivere quello che sentiva. 

Il lettore è coinvolto in questo libro e vuole veramente sapere quale sarà il seguito, e fin dove la follia ci può portare!

Si entra intensamente in questa storia e non si vuole lasciarla! 

E’ cruda, calda e torrida, una lenta discesa agli inferni di un uomo pronto a tutto pur di continuare la sua avventura, dove certamente egli vive qualcosa fuori dal comune, e che poche persone possono sperimentare. 

Una simile esperienza segna una persona per tutta la vita, e lui non potrà mai cancellarla.

In ogni caso è questa la mia sensazione nel leggere questo libro, e penso di non sbagliarmi, ma solo l’autore può saperlo!

——————————————————————————

 Anteprima

Natura, immaginazione e violenza come strumenti di libertà, di contro ad una ragione che costringe e a suo modo mutila (esigendo regola e ordine).

L’unica etica che sopravvive alla morte della ragione non può essere che quella del piacere.

Attraverseremo sensazioni e illusioni e qualche momento in cui la vita somiglia a fuochi d’artificio, e ci si sente in paradiso mentre si affonda nell’inferno.

Vieni dunque, e poggia le tue labbra sulle mie e chiudi gli occhi.
Lascia che il mio respiro entri nei tuoi polmoni e che sia il mio, il solo ossigeno a farti vivere, e piano ti sentirai perduta come se t’inalassi un veleno senza ritorno.

Una droga e un’illusione insieme.

 

Sul patio del piccolo albergo isolato tra gli alberi, al margine del bosco, la aspettavo.

 

Mephisto, il nome dell’albergo che avevo prenotato.

Qualcosa di predestinato e una premonizione in quel nome, in quella scelta del resto obbligata, poiché non avevo trovato altro nelle vicinanze.

Mephisto, Mephistofele… quasi il segno del destino.

Il Faust e il Diavolo… ma chi di noi due era il Mefistofele e chi il Faust?

Oppure entrambi demoni ? la cosa più probabile!

L’anima e il corpo, venduti.

——————————————————————————————-

http://blog.libero.it/camera101/

http://www.crueleros.altervista.org

2 Comments

  1. Pingback: Camera 101 – L’Osceno è la Radice del Piacere – | crueleros

  2. Pingback: Camera 101 – L’Osceno è la Radice del Piacere – | crueleros

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s